Sabato 16 Giugno sfila il Torino Pride

Rete Genitori Rainbow sfilerà nella parata del Torino Pride e insieme alle altre associazioni aderenti sarà sul carro del Coordinamento Torino Pride.

 

 

ECOLOGICO, SOLIDALE E PARTECIPATISSIMO: ECCO LE TANTE SINERGIE DEL TORINO PRIDE 2012!

Mancano soltanto più due giorni al Torino Pride 2012 e il meteo prevede sole pieno. Stessa previsione da parte del Coordinamento Torino Pride LGBT, organizzatore dell’evento letteralmente subissato di richieste di adesioni e partecipazione attiva alla parata, dove insieme alla comunità LGBT e alla cittadinanza tutta sfilerà uno spezzone del Torino Mad Pride in programma per il giorno successivo, e tante delle biciclette che hanno animato il Bike Pride del 3 giugno scorso. “Sarà un Pride ecologico e solidale – dichiara Giovanni Caponetto, Coordinatore del Torino Pride LGBT – abbiamo chiesto ai partecipanti di pensare a coreografie e allestimenti  con un occhio all’ambiente. Inoltre raccoglieremo in prima persona il grosso dei rifiuti in parata, grazie a decine di sacchi di cui dissemineremo il percorso.”

 

Ricchissimo quest’anno l’elenco di sponsor di tutti i tipi, iniziando dai media sponsor Rear (multi service group) che ha portato il messaggio del Pride sulle principali emittenti radiofoniche e testate giornalistiche e Nuova Butterfly Srl (pulizie civili ed industriali) che ha portato il messaggio del Pride sui freepress. E ancora i partner tecnici come Con.Corrente (che si occupa di mobilità elettrica ed ecologica) che ha realizzato una gigantografia del logo del Pride, e poi tanti altri da Cubetto che realizzerà analoga gigantografia, ma di ghiaccio.

 

Ma le collaborazioni non finiscono qui perché sabato 16 giugno a Torino sarà una giornata (e una serata) davvero molto particolare. Si terrà infatti  la quarta edizione di LOV, la notte bianca del quartiere Vanchiglia che vedrà decine di migliaia di persone riversate per le strade, evento gemellato col Pride e con l’Official Pride Party, che si svolgerà ai Murazzi di Sinistra, dove tutti i locali (il Doctor Sax, il Chachamuri e i Magazzini del Po) accoglieranno la festa ufficiale di autofinanziamento del Torino Pride, e saranno trasformati in un enorme spazio comune, con quattro sale tematizzate e dedicate a grandi icone gay. In verità gli interi Murazzi quella sera saranno in festa per il Pride: locali come l’Alcatraz, l’Acua, il JamOffMurazzi, l’Olé Madrid, il Meno2 e il Cafètabac, hanno voluto contribuire come sponsor alla buona riuscita dell’evento.

 

“Sarà un Pride allegro e festaiolo – continua Caponetto – con al centro il tema dei Diritti, come sarà raccontato nella conferenza stampa prevista per venerdì 15 alle 12.00 presso la Sala Congregazione del Comune di Torino, ma sarà anche un Pride solidale e attento a tutta la popolazione, infatti dopo i tragici eventi che hanno sconvolto l’Emilia-Romagna, il Coordinamento Torino Pride ha deciso di devolvere gli utili del Pride Party alle popolazioni emiliane e sarà presente in parata e in piazza Vittorio una postazione per smerciare quintali di Parmigiano le cui forme sono state danneggiate dal sisma di Maggio.”


Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento