Archivi categoria: Comunicati Stampa

i comunicati stampa dell’associazione Rete Genitori Rainbow

svastiche_chiesavaldese_roma3

Solidarietà alla Chiesa Valdese

Rete Genitori Rainbow esprime solidarietà alla Chiesa Valdese

Stanotte scritte ingiuriose e offensive di chiaro stampo omofobico sono apparse sui muri della Chiesa Valdese a Roma.

svastiche_chiesavaldese_roma

Rete Genitori Rainbow, l’associazione dei genitori lesbiche, gay, bisessuali e transessuali con figli da relazioni eterosessuali, condanna con forza questo gesto intimidatorio e fascista, ancor più provocatorio perché cade nel corso della “Rome Rainbow Week” promossa dal Comune Roma.

Durante questa settimana, infatti, i Municipi e il Campidoglio hanno esposto – come la stessa Chiesa Valdese di Roma ha deciso di fare – la bandiera rainbow, simbolo universale delle persone Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transesssuali.

La chiesa Valdese si è da sempre schierata a favore dei diritti per le persone omosessuali e trasessuali, accogliendole nella propria comunità e guadagnando la stima di tutte le persone che hanno a cuore i diritti civili.

L’associazione Rete Genitori Rainbow, esprime tutta la sua solidarietà agli amici e alle amiche valdesi, e chiede che il Comune di Roma rimuova immediatamente la scritte e ponga la massima vigilanza affinchè simili violenze omofobiche non si ripetano.

Rete Genitori Rainbow
Roma, 15 maggio 2014
piccoli pass2i

Vicenza plauso delle associazioni lgbt per le lezioni su identità di genere e orientamento sessuale

Le Associazioni vicentine interessate alla lotta contro le discriminazioni di genere ed orientamento sessuale  plaudono alla iniziativa della scuola primaria Villaggio Giardino di Arzignano (Vi).

La nostra società sottopone i minori a un eccesso di informazioni continuo ed incontrollato, spesso all’insaputa degli stessi genitori.
Fornire ai bambini, già dalla scuola primaria, quegli strumenti che
consentano loro di affrontare con maggiore serenità linguaggi, immagini e atti provenienti da internet, TV, libri, amici, ecc. significa tutelarli aiutandoli a crescere.

Portare a scuola una educazione sessuale eterogenea, che insegni a
rispettare le diversità, ad accettare e condividere la propria identità,  corrisponde non solo a quanto indicato dall’OMS e dal Ministero, ma risponde a quel bisogno di sapere al quale la scuola non può sottrarsi.

Quando, come in questo caso, i corsi vengono tenuti da una figura
qualificata ed esperta, e con il coinvolgimento dei genitori, l’iniziativa dovrebbe divenire un modello da seguire ed esortare, senza badare ad inutili polemiche politiche dettate dalla campagna elettorale in corso.

Un apprezzamento speciale viene poi rivolto nei confronti del dirigente scolastico e del collegio docenti per la scelta adottata.

Arcigay 15 Giugno, Associazione D.E.L.O.S., Rete Genitori Rainbow, A.Ge.D.O.

cat-piccola-storia-segr

Altra Psicologia per il Rinnovo degli Ordini degli Psicologi.

logo-altra-psicologia

 

Alla vigilia delle elezioni per gli Ordini degli Psicologi, l’associazione Rete Genitori Rainbow – genitori LGBT con figli da relazioni eterosessuali – vuole sollecitare l’attenzione verso le tematiche che riguardano le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuali e asessuali.
Ci aspettiamo infatti, dai professionisti a cui ci rivolgiamo e che possono fare la differenza nelle nostre vite, una conoscenza scientificamente corretta delle nostre tematiche ed una adeguata preparazione volta ad accogliere le nostre storie e i nostri bisogni. 

Riteniamo quindi utile dare informazione che la lista “Altra Psicologia” (altrapsicologia.com), presente nelle candidature regionali, ha da sempre dichiarato guerra alle famigerate “terapie riparative” e promosso attività contro la discriminazione per orientamento e identità di genere. Inoltre è l’unica lista ad aver pubblicamente espresso questa scelta. 

Rete Genitori Rainbow invita pertanto i professionisti ad esprimere la loro scelta a votare la lista “Altra Psicologia”.

Rete Genitori Rainbow

riferimento su sito Altra Psicologia 

Rete Genitori Rainbow scrive a #Barilla

guido-barilla-770x412

Spett.le Barilla,

 

siamo i fondatori dell’associazione Rete Genitori Rainbow – genitori omosessuali e transessuali con figli da relazioni etero (www.genitorirainbow.it). Abbiamo creato l’associazione per dare supporto ai genitori che scoprono la propria identità/orientamento dopo aver avuto figli da relazioni eterosessuali. Rete Genitori Rainbow è anche membro di NELFA, il network europeo delle associazioni di famiglie con genitori omosessuali e transessuali (lgbt) www.nelfa.org .

Abbiamo ascoltato con sconcerto le dichiarazioni iniziali di Guido Barilla e le successive, poco convincenti, scuse. Riteniamo che la posizione espressa dal sig. Barilla sia sostanzialmente dovuta a ignoranza (in senso etimologico, ovviamente) della realtà delle famiglie di lesbiche, gay e transessuali.

Chiediamo quindi un incontro con il sig. Guido Barilla per parlargli delle nostre vite e dei nostri affetti, degne come qualunque altra di essere rappresentate. Molti “genitori rainbow”, infatti, hanno ricostituito un nucleo familiare con un nuovo partner e vivono con questi e con i figli avuti dalla precedente unione. Altri genitori non hanno un compagno o una compagna convivente ma vivono la loro condizione di genitore omosessuale o transessuale con piena trasparenza delle loro condizione nei confronti dei loro figli e figlie, che educano al rispetto delle persone indipendentemente dal loro orientamento o dalla conformità del loro genere al sesso biologico di nascita.

Riteniamo che la conoscenza autentica della realta’ delle nostre famiglie e dei nostri affetti aiuterà la vostra azienda a conoscere meglio i consumatori e a non incorrere in errori come quello commesso dal sig. Barilla che potrà vedere come le nostre tavole siano ugualmente ricche e liete con le nostre figlie e figli, i loro nonni e nonne, i nostri compagni e le compagne e sempre più spesso condivisi anche con i nostri ex partner con i relativi nuovi compagni e compagne. Delle famiglie allargate che si sostengono nel progetto familiare di crescere ed educare dei figli nel pieno rispetto delle persone e nella scelta di essere autenticamente sè stessi.

In attesa di un vostro riscontro, inviamo distinti saluti

Cecilia d’Avos, Fabrizio Paoletti, Valentina Violino
Rete Genitori Rainbow
www.genitorirainbow.it

English Text

Dear Barilla ,

We are the founders of  Rete Genitori Rainbow (Rainbow Parents Network) – an association that supports homosexual and transexual parents whose children were born during heterosexual relationships (www.genitorirainbow.it ). We founded this association to provide support to parents who recognized their own identity / orientation while already having had children during heterosexual relationships. Rete Genitori Rainbow  is also a member of Nelfa , the European network of associations of families with homosexual and transsexual/transgender ( LGBT ) parents  www.nelfa.org.

We listened with discomfort to the initial statements made by Guido Barilla and his subsequent , unconvincing apologies. We believe that the position expressed by Mr . Barilla is mainly due to his ignorance (in the etymological sense, of course) of the reality of  lesbian, gay and transgender people and their families. We therefore call for a meeting with Mr. Guido Barilla where we can speak about our lives and of our affections , which like every other are worthy of representation. In fact, many ” rainbow parents”  have reestablished new, solid, families comprised of their current partner and the children born during a previous marriage. Other parents do not have a current partner, while others still have partners they do not live with. In all cases however, these people all live their role as a homosexual or transsexual parent with complete transparency towards their sons and daughters, and strive to teach them to respect people regardless of their sexual identity or compliance to their biological gender at birth .

We believe that a more accurate knowledge of the reality of our families, will help your company to better understand your consumers and to avoid mistakes like the one made by Mr . Barilla. You will better understand how the meals we share with not only our own children, but also their grandmothers, grandfathers, other family members as well as our former and current partners are as enriching and joyful as every other family that you reach out to. We represent extended families who not only support the family ideal of raising and educating our children to fully respect all people equally, but also to accept each persons’ choice to be fully and undeniably him/her real self. 

We look forward to your reply,

Best Regards

Cecilia d’Avos , Fabrizio Paoletti , Valentina Violino
Rete Genitori Rainbow (Rainbow Parents Network Italy)
www.genitorirainbow.it

 

 

Comunicato Stampa: Non siamo Famiglie del Mulino Bianco


BoicottaBarilla

L’associazione Rete Genitori Rainbow, genitori gay, lesbiche, bisessuali e transessuali con figli avuti da relazioni eterosessuali, apprende con sconcerto le dichiarazioni omofobe del sig. Barilla e la sua gretta pretesa di non voler guardare alla realtà delle famiglie italiane, composta da nuclei familiari eterogenei sempre più lontani dagli stereotipi rappresentati nelle note pubblicità del marchio.

Rete Genitori Rainbow  invita i propri soci e simpatizzanti, etero e omosessuali, a BOICOTTARE I PRODOTTI CHE FANNO CAPO ALLA BARILLA quali, oltre alla pasta Barilla, i marchi Mulino Bianco, Pavesi, Voiello, Wasa, ecc. (lista completa http://it.wikipedia.org/wiki/Barillahttp://www.barillagroup.it/corporate/it/home/cosafacciamo/brand.html)

Rete Genitori Rainbow
www.genitorirainbow.it

 

BarillaDiversity

English text

The Italian Rainbow Parents Network Association (Rete Genitori Rainbow), gay, lesbian, bisexual and transgender parents with children by heterosexual relationships, learned with disconcert the homophobic statements of Mr. Barilla and his narrow-minded pretense of not wanting to look at the reality of Italian families, consisting of heterogeneous households, farther away from the stereotypes represented in the well known brand advertising.

Rainbow Parents Network invites its members and supporters, heterosexual and homosexual, to BOYCOTT BARILLA HOLDING PRODUCTS  which, in addition to the Barilla pasta, Mulino Bianco, Pavesi, Voiello, Wasa brands (complete list  http://it.wikipedia.org/wiki/Barilla - http://www.barillagroup.it/corporate/it/home/cosafacciamo/brand.html)